streetwear

Streetwear e Luxury: contaminazione vincente

La moda è un settore in continua evoluzione, che vive di contaminazioni a volte anche apparentemente contrastanti, che contribuiscono però a darle sempre nuova energia e favorire nuovi slanci nelle vendite. E’ il caso dello streetwear che è entrato di prepotenza nelle collezioni dell’alta moda, sdoganando di fatto l’abito sportivo anche in occasioni formali. Ad aver dettato questa legge sono i Millennials, target di riferimento per tutti i produttori di abbigliamento e accessori, che con i loro gusti e il desiderio di comodità hanno modificato i consumi globali. Ma non sono gli unici ad amare questo stile casual: la tendenza ad acquistare capi di ispirazione streetwear si sta diffondendo anche tra i consumatori più adulti, gli over 50.

Sneakers, t-shirt e felpe sono diventate un must-have per gli amanti del fashion e le case di moda hanno inserito nelle proprie collezioni “ibridi” che mixano tessuti tecnici e altamente performanti a modelli classici in linea con il proprio passato, in quello che si definisce Luxury Casualwear. Ne sono un esempio Balenciaga e Louis Vuitton. Seguire questa tendenza è imprescindibile per i grandi brand, che si stanno lanciando sempre più in collaborazioni con marchi sportivi, artisti e influencer (Adidas Originals e Kanye West, per citarne un paio), con linee di abbigliamento molto apprezzate in particolare dagli acquirenti della Generazione Z e dai Millennials.

Secondo una ricerca del Boston Consulting Group focalizzata sui consumatori del lusso, quasi la totalità degli intervistati ha acquistato regolarmente abbigliamento casual negli ultimi cinque anni e ha affermato che ha intenzione di aumentare i consumi di questo tipo, specialmente per quanto riguarda sneakers e t-shirt. Non per nulla lo streetwear è un settore da oltre 300 miliardi di dollari, in aumento costante e destinato a crescere ancora.

Ecco qualche dato:

  • +4,2% di crescita annuale fino al 2022
  • +37% di acquisto di sneakers
  • +35% di acquisto di t-shirt

Infine, un altro dato molto interessante: le collaborazioni tra marchi di lusso e sportswear spingono il 33% dei consumatori ad acquistare anche le collezioni del marchio principale. Lo sportswear quindi è un traino per i brand di lusso che sanno coglierne le potenzialità.

Be the first to comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *