Pitti Uomo 2017: il meglio della 92esima edizione

La novantaduesima edizione di Pitti Uomo è stata un’edizione da record, con oltre 30.000 visitatori in quattro giorni di eventi organizzati da 1220 marchi e disseminati su un’area espositiva di 60.000 metri quadri. Le case di moda nazionali e internazionali hanno presentato le collezioni primavera-estate 2018 a buyer, addetti ai lavori, giornalisiti e appassionati di moda.

Come sempre l’originalità è stata la protagonista indiscussa della manifestazione più cool dedicata alla moda uomo in Italia. Alcune idee sono a prima vista stravaganti, ma esprimono la personalità dei brand e dell’uomo del futuro in questa edizione dal tema “floreale”.

Ecco un bilancio di quanto si è visto tra il 13 e il 16 giugno:

Gli outfit più stravaganti

Pitti UomoOgni anno fanno la loro comparsa nella Fortezza da Basso i Pitti Peacocks, amanti del fashion che presentano outfit coloratissimi ed eccentrici, studiati ad arte per farsi notare dai fotografi e diventare delle icone fashion da cui prendere esempio.

I trend per la prossima stagione

Quali saranno i must-have dell’estate 2018? C’è solo l’imbarazzo della scelta! Le scarpe sono senza dubbio l’accessorio più rivisitato dai brand, dalle stringate alle slip on. Nel 2018 assisteremo al ritorno degli strappi e della gomma. Christian Louboutin ha presentato al Pitti la prima collezione di sneakers maschili, da tenere sicuramente d’occhio e imperdibili per i fanatici delle scarpe.

I fiori, tematica cui era dedicato il Pitti Uomo 2017, si sono visti nelle camicie stampate, nei bermuda, nelle t-shirt e anche in alcuni brand calzaturieri.

Il tessuto tecnico, usato per pantaloni e giacche, entrerà definitivamente a far parte del guardaroba maschile dal prossimo anno, dopo essere stato sdoganato al Pitti: lo sportswear si trasforma in abbigliamento per uso quotidiano.

Ospiti illustri

Tra i tanti ospiti di questa edizione non potevano mancare le celebrità del jet set e del cinema italiano, come Riccardo Scamarcio,  il vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo Francesco Gabbani, l’ex velina Federica Nargi e Lapo Elkann, al Pitti per rilanciare la propria linea di abbigliamento. Non ha voluto mancare nemmeno il fiorentino doc Matteo Renzi, arrivato con la classica camicia bianca d’ordinanza che non lo abbandona mai.

Arrivederci a Milano

Pitti Uomo 92 giunge alla fine con un bilancio in positivo confermandosi un evento di importanza mondiale, sempre più apprezzato dai visitatori e dagli addetti ai lavori. La settimana della moda non si conclude con Firenze, ma continua con la Milano Men’s Fashion Week in programma dal 16 al 20 giugno. Un passaggio di testimone, quello dal Pitti a Milano, che conferma l’importanza di investire nella moda maschile.

Be the first to comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *